Amministrazione trasparente

Presentazione


Regolamenti


AttivitÓ e progetti


Servizi On Line


Feed RSS

Valid CSS! Valid HTML 4.01 Transitional

Utenti nel sito: 4630
Fine colonna 1
 

VISUALIZZA CIRCOLARE

LICEO GINNASIO STATALE "VINCENZO MONTI"
CESENA (FC)

Oggetto: Convocazione incontri con il personale ATA, attribuzione provvisoria reparti ed incarichi ai coll.ri scol.ci, linee guida in materia di privacy e sicurezza

Numero/Protocollo: 8
Data: 09/09/2013
Data di inserimento: 09/09/2013 12:09:35
Destinatari:  ATA
Sede/i: Liceo Ginnasio Statale "V. Monti" - Cesena

Con la presente si comunica che sono convocati due incontri riservati al personale coll.re scol.co e Ass.ti Amm.vi e tecnici con il Dirigente Scolastico e il DSGA:
 
·         Giovedì 12/09/2013 alle ore 11:30 – Collaboratori scolastici
·         Venerdì 13/09/2013 alle ore 08:30 – Ass.ti Amm.vi e Tecnici
 
OdG:
·         Organizzazione delle attività e dei servizi per l’a.s. 2013/2014.
·         Varie ed eventuali
 
In attesa di definire il Piano di Lavoro per l’a.s. 2013/2014, vengono provvisoriamente assegnati i reparti e gli incarichi ai coll.ri scol.ci.
Per gli Amministrativi e i Tecnici vengono, al momento, confermati gli incarichi assegnati lo scorso a.s..
REPARTI ed INCARICHI assegnati nel corrente anno scolastico:
Cognome e Nome
Rep. N°
Descrizione reparto
Postazione
Orario
Zanotti Mirella
1
Uffici: Presidenza - DSGA - Didattica e Personale – Aula 013 – 118 - ufficio 014 - Corridoi – Atrio – Bagni - Sala Insegnanti + atrio di ingresso principale. E’ inoltre addetta all’URP, all’apertura della sede e al servizio esterno
Centralino - URP
07:30 – 13:30
Tutti i giorni
Sampaoli Gabriella
2
Uffici: Presidenza - DSGA - Didattica e Personale – Aula 013 – 118 - ufficio 014 - Corridoi – Atrio – Bagni - Sala Insegnanti + atrio di ingresso principale. E’ inoltre addetta all’URP, all’apertura della sede e al servizio esterno
Centralino - URP
08:15 – 14:15
 
Al sabato
08:00 – 14:00
Cupo Anna Maria
 
XXXX
3
Palestra, spogliatoi maschi e femmine, deposito attrezzi, locale infermeria - bagni palestra.
Centralino - URP
08:45 – 14:45
 
Lunedì e sabato
08:00 – 14:00.
Ricci Manuela
4
Aule: 108 – 109 – 110 - Bagno femmine - laboratorio informatica + corridoio fino ai bagni compreso - Scale esterne in comune - scale dal 1° al piano terra in comune –
Piano primo zona macchine ristoro
08:45 – 14:45
 
Lunedì e sabato
08:00 – 14:00
Cappelli Antonella
5
Aule: 102 – 103 - 111 – 112 - - Bagno femmine + corridoio dai bagni all’atrio - scale dal 1° al piano terra in comune -ATRIO I PIANO in comune + Locale CED
Piano primo zona CED
Dal Lunedì al sabato
08:00 – 14:00
 
Milandri Cristina
6
Aule: 113 - 114 – 115 – 116 – 117 – 118 - scale dal 1° al piano terra in comune – ATRIO I° PIANO in comune + corridoio fino all’atrio + scale esterne lato geometri
Piano primo atrio scale
 
Dal Lunedì al sabato
08:00 – 14:00
 
Giov. 08:20 – 14:20
Lucchi Casadei Mara
7
Aule: 4 aule presso la succursale Geometri + corridoio geometri + scale esterne lato geometri.
Piano primo atrio scale
Dal Lunedì al sabato
08:00 – 14:00
 
Giov. 08:20 – 14:20
Pancisi Loredana
8
Aule: 201 – 202 – 210 – 211 - Bagno femmine – Parte corridoio dai bagni al locale colloqui compreso – scala dal 2° al 1°piano in comune.
Piano secondo zona locale colloqui
Dal Lunedì al sabato
08:00 – 14:00
 
Giov. 08:20 – 14:20
Angelini Antonietta
9
Aule: 206 – 207 – 208 – 209 – Bagno maschi – Parte corridoio fino ai bagni compresi – scala esterna – scala dal 2° al 1°piano in comune
Piano secondo zona macchine ristoro
Dal Lunedì al sabato
08:00 – 14:00
 
Giov. 08:20 – 14:20
Rambelli Giovanni
10
Aule: 212 – 213 – 214 – 215 – 216 – Scala lato geometri – scala dal 2° al 1°piano in comune – corridoio fino all’atrio compreso
Piano secondo
Atrio scale
Dal Lunedì al sabato
08:00 – 14:00
 
Giov. 08:30 – 14:30
Ringressi Serena
Ciarapica Manuela
Merc.
11
Aule: 301 – 302 – 310 – 311 – Bagni femmine + Bagno H / Maschi – Parte corridoio dai bagni all’atrio non compreso
Piano terzo zona locale colloqui
Dal Lunedì al sabato
08:00 – 14:00
 
Fabbri Maria Pia
 lun. mart. Merc. Giov.
Ciarapica
Ven. sab
12
Aule: 306– 307 – 308 – 309 – Parte corridoio fino ai bagni compreso – Bagni femmine + Bagni docenti – scale esterne – Laboratorio scienze
Piano terzo zona macchine ristoro
08:35 – 14:35
 
Al sabato
08:00 / 14:00
Salvi Iliana
13
Aule: 312 – 313 – 314 – 315 – 316 – Parte corridoio fino all’atrio compreso – Scala B: dal 3° al 2°piano – locale colloqui genitori
Piano terzo atrio scale
Dal Lunedì al sabato
08:00 – 14:00
 
Giov. 08:20 – 14:20
ORARI SETTEMBRE FINO ALL’INIZIO DELLA SCUOLA: i collaboratori scolastici, così come per tutti gli altri periodi in cui non c’è attività didattica, potranno sfruttare l’orario flessibile con entrata dalle ore 07:30 alle ore 08:30 ed uscire di conseguenza dopo 6 ore di lavoro.
I giorni 2, 3 e 4 di settembre sono stati utilizzati per lo svolgimento dei seguenti lavori in comune:

Squadra
LAVORO ASSEGNATO
ORARIO
COMPITI
A (Zanotti, Rambelli, e Fabbri
02/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-10 e -01
Dalle ore 08:30 alle ore 12:30
Pulizia a fondo con macchina lavasciuga pavimenti (dopo aver rimosso i rifiuti più ingombranti), spolverare dentro e fuori tutte le suppellettili presenti nelle vari stanze.
B (Sampaoli, Cupo, Lucchi e Barucci)
02/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-02, -03 e -04
Dalle ore 08:30 alle ore 12:30
Pulizia a fondo con macchina lavasciuga pavimenti (dopo aver rimosso i rifiuti più ingombranti), spolverare dentro e fuori tutte le suppellettili presenti nelle vari stanze
C (Angelini, Pancisi e Cappelli)
02/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-09, -08 e -07
Dalle ore 08:30 alle ore 12:30
Pulizia a fondo con macchina lavasciuga pavimenti (dopo aver rimosso i rifiuti più ingombranti), spolverare dentro e fuori tutte le suppellettili presenti nelle vari stanze
D (Salvi, Ringressi e Milandri)
02/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-05, -06 e corridoi e disimpegni
Dalle ore 08:30 alle ore 12:30
Pulizia a fondo con macchina lavasciuga pavimenti (dopo aver rimosso i rifiuti più ingombranti), spolverare dentro e fuori tutte le suppellettili presenti nelle vari stanze
A (Zanotti, Rambelli, e Fabbri
03/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-10 e -01
Dalle ore 08:30 alle ore 12:30
Pulizia a fondo della Biblioteca
B (Sampaoli, Cupo, Lucchi e Barucci)
03/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-02, -03 e -04
Dalle ore 08:30 alle ore 12:30
Pulizia a fondo delle scale interne lato IT per Geometri dal primo piano al piano terra + atrio di uscita biblioteca + bagni bliblioteca
C (Angelini, Pancisi e Cappelli)
03/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-09, -08 e -07
Dalle ore 08:30 alle ore 12:30
Pulizia a fondo delle scale esterne dal terzo al piano terra
D (Salvi, Ringressi e Milandri)
03/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-05, -06 e corridoi e disimpegni
Dalle ore 08:30 alle ore 12:30
Pulizia a fondo del cortile interno e perimetro scuola comprese banchine finestre
A (Zanotti, Rambelli, e Fabbri
04/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-10 e -01
Quanto basta
Pulizia a fondo del locale esterno al terzo piano dove vengono custoditi i materiali e gli armadietti .
B (Sampaoli, Cupo, Lucchi e Barucci)
04/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-02, -03 e -04
Quanto basta
Pulizia a fondo del locale esterno al secondo piano dove vengono custoditi i materiali e gli armadietti .
C (Angelini, Pancisi e Cappelli)
04/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-09, -08 e -07
Quanto basta
Pulizia a fondo del locale esterno al primo piano dove vengono custoditi i materiali e gli armadietti .
D (Salvi, Ringressi e Milandri)
04/09/2013
Pulizia piano interrato locale:
-05, -06 e corridoi e disimpegni
Quanto basta
Pulizia a fondo delle scale dal piano terra all’interrato e relativo sottoscala.

Dal 05 di settembre i collaboratori scolastici potranno iniziare a pulire a fondo i vari reparti.
ORARI PRIMI DUE GIORNI SCUOLA: tutti i coll. Scolastici presteranno il loro servizio dalle ore 07:50 alle ore 13:50. La coll. scol. Zanotti dalle ore 07:30 alle ore 13:30 e la coll. scol. Sampaoli dalle ore 08:15 alle ore 14:15, oltre ai turni pomeridiani stabiliti con apposito ordine di servizio.
Dal terzo giorno di scuola entreranno in vigore i normali orari
Si raccomanda di rispettare l’assegnazione delle postazioni.
La composizione dei reparti e gli orari possono ancora subire delle variazioni.
I turni pomeridiani dei collaboratori scolastici si svolgeranno dalle ore 12:00 alle ore 18:00, salvo diverse esigenze. Oltre al proprio reparto spetterà ai collaboratori del turno pomeridiano la pulizia dei reparti che verranno occupati da eventuali attività didattiche pomeridiane e del reparto Jolly. L’elenco delle turnazioni è disponibile presso l’URP.
La sostituzione dei collaboratori scolastici assenti per malattia, permessi, ecc. verrà effettuata a rotazione, utilizzando l’elenco appositamente predisposto. Verranno impiegati 2 collaboratori scolastici per ogni reparto da pulire per l’assenza del collega. L’elenco delle turnazioni è disponibile presso l’URP.
Criteri per le sostituzioni
Ogni volta che un collaboratore scolastico si assenterà per malattia o permessi retribuiti, lo stesso sarà sostituito dai colleghi in lista (1/4 d'ora di straordinario per ogni locale da pulire).
Quando saranno scoperti più di due reparti si fermeranno al massimo due collaboratori scolastici che potranno rimanere in servizio per 1 ora e 12 minuti ciascuno, oltre all'orario previsto.
Le ore di straordinario verranno recuperate durante i periodi di sospensione dell'attività didattica.
Al di fuori dei periodi di attività didattica non scatteranno sostituzioni, se non in casi eccezionali.
La coll. Scol.ca che entra prima dell'inizio dell'attività didattica (Zanotti) si fermerà in straordinario per pulire, prioritariamente, le classi che escono prima (se ce ne sono) nel reparto della collega assente.
Inoltre:
durante il 2° intervallo 2 collaboratori scolastici usciranno nella corte della scuola per vigilare sugli alunni durante la ricreazione;
a turni settimanali, i coll. Scol.ci si occuperanno della pulizia del cortile esterno (a rotazione con i collaboratori dell’IT per Geometri);
L’eventuale pulizia della palestra dell’IT per Geometri verrà effettuata, a rotazione settimanale, dai collaboratori scol.ci beneficiari dell’art. 7. Le specifiche verranno comunicate con successiva circolare.
Tutti i collaboratori scolastici si occuperanno della distribuzione delle circolari. Si ricorda che i moduli con i codici a barre per le assenze, con l’entrata in vigore del registro elettronico, non andranno più ritirati;
Gli addetti all’URP si occuperanno delle sostituzioni (raccolta firme, collaborazione con la segreteria e con il Dirigente e il vicario);
Compiti che saranno assegnati con incarichi organizzativi e con incarichi retribuiti con il fondo di istituto:
·         gestione e manutenzione (pulizia e ricarica) della macchina lava-asciuga pavimenti.
·         controllo della turnazione del personale durante le attività pomeridiane;
·         ausilio a studenti diversamente abili.
·         Collaborazione Ufficio Magazzino per distribuzione dei prodotti di pulizia.
·         Gestione e cura delle bandiere esterne;
·         Servizi esterni.
INCARICHI ATTRIBUITI AL PERSONALE AUSILIARIO E DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE:
Apertura: i collaboratori scolastici addetti all’URP apriranno la scuola e pertanto espleteranno il proprio servizio con inizio alle ore 07:30. In caso di loro assenza l’apertura verrà effettuata da altri collaboratori scolastici.
Chiusura: i collaboratori scolastici assegnati al turno pomeridiano si occuperanno della chiusura della scuola al termine del turno.
 
Le postazioni assegnate dovranno sempre essere coperte da almeno un collaboratore scolastico per garantire la vigilanza degli alunni. Inoltre, si ricorda che gli ingressi dovranno essere chiusi 5 minuti dopo l’inizio delle lezioni.
 
ORDINI DI SERVIZIO
  1. Modalità di chiusura dell’edificio ed inserimento dell’allarme.
I Collaboratori scolastici in turno pomeridiano e/o serale sono personalmente responsabili:
1.    della chiusura dell’Istituto al termine del loro orario di servizio. Pertanto, sarà cura degli stessi controllare le chiusure di tutte le porte, delle finestre e di tutti gli ingressi.
2.    dell’inserimento dell’allarme. E’ inoltre opportuno mantenere la massima riservatezza sui meccanismi che regolano il funzionamento dell’impianto anti - intrusione.
 
Eventuali inosservanze del presente piano di lavoro saranno imputate ai diretti responsabili.
  1. Linee guida in materia di sicurezza per il collaboratore scolastico incaricato del trattamento – D. Leg.vo 196/2003 - Privacy.
Vengono di seguito indicate le misure operative da adottare per garantire la sicurezza dei dati personali:
Accertarsi che al termine delle lezioni non restino incustoditi i seguenti documenti, segnalandone tempestivamente l’eventuale presenza al responsabile di sede e provvedendo temporaneamente alla loro custodia:
Registro personale dei docenti
Registro di classe
Certificati medici esibiti dagli alunni a giustificazione delle assenze
Qualunque altro documento contenente dati personali o sensibili degli alunni o dei docenti
Accertarsi che al termine delle lezioni tutti i computer dell’aula di informatica siano spenti e che non siano stati lasciati incustoditi floppy disk, cartelle o altri materiali, in caso contrario segnalarne tempestivamente la presenza al responsabile di laboratorio o di sede e provvedendo temporaneamente alla loro custodia.
Verificare la corretta funzionalità dei meccanismi di chiusura di armadi che custodiscono dati personali, segnalando tempestivamente al responsabile di sede eventuali anomalie.
Procedere alla chiusura dell’edificio scolastico accertandosi che tutte le misure di protezione dei locali siano state attivate.
Per i collaboratori scolastici in servizio negli uffici di segreteria e nell’ufficio fotocopie
Effettuare esclusivamente copie fotostatiche di documenti per i quali si è autorizzati.
Non lasciare a disposizione di estranei fotocopie inutilizzate o incomplete di documenti che contengono dati personali o sensibili ma accertarsi che vengano sempre distrutte.
Non lasciare incustodito il registro contenente gli indirizzi e i recapiti telefonici del personale e non annotarne il contenuto sui fogli di lavoro.
Non abbandonare la postazione di lavoro per la pausa o altro motivo senza aver provveduto a custodire in luogo sicuro i documenti trattati.
Non consentire che estranei possano accedere ai documenti dell’ufficio o leggere documenti contenenti dati personali o sensibili.
Segnalare tempestivamente al Responsabile del trattamento la presenza di documenti incustoditi e provvedere temporaneamente alla loro custodia.
Procedere alla chiusura dei locali non utilizzati in caso di assenza del personale.
Procedere alla chiusura dei locali di segreteria accertandosi che siano state attivate tutte le misure di protezione e che le chiavi delle stanze siano depositate negli appositi contenitori.
Attenersi alle direttive ricevute e non effettuare operazioni per le quali non si stati espressamente autorizzati dal Responsabile o dal Titolare.
3)     Linee guida in materia di sicurezza per gli Assistenti Amministrativi incaricati del trattamento – D. Leg.vo 196/2003 - Privacy.
Attenersi scrupolosamente alle seguenti indicazioni per garantire la sicurezza dei dati personali trattati :
Conservare sempre i dati del cui trattamento si è incaricati in apposito armadio assegnato , dotato di serratura;
Accertarsi della corretta funzionalità dei meccanismi di chiusura dell’armadio, segnalando tempestivamente al Responsabile eventuali anomalie;
Non consentire l’accesso alle aree in cui sono conservati dati personali su supporto cartaceo a estranei e a soggetti non autorizzati;
Conservare i documenti ricevuti da genitori/studenti o dal personale in apposite cartelline non trasparenti;
Consegnare al personale o ai genitori/studenti documentazione inserita in buste non trasparenti;
Non consentire l’accesso a estranei al fax e alla stampante che contengano documenti non ancora ritirati dal personale;
Effettuare esclusivamente copie fotostatiche di documenti per i quali si è autorizzati;
Provvedere personalmente alla distruzione quando è necessario eliminare documenti inutilizzati;
Non lasciare a disposizione di estranei fotocopie inutilizzate o incomplete di documenti che contengono dati personali o sensibili ma accertarsi che vengano sempre distrutte;
Non lasciare incustodito il registro contenente gli indirizzi e i recapiti telefonici del personale e degli studenti e non annotarne il contenuto sui fogli di lavoro;
Non abbandonare la postazione di lavoro per la pausa o altro motivo senza aver provveduto a custodire in luogo sicuro i documenti trattati;
Segnalare tempestivamente al Responsabile la presenza di documenti incustoditi, provvedendo temporaneamente alla loro custodia;
Attenersi alle direttive ricevute e non effettuare operazioni per le quali non si è stati espressamente autorizzati dal Responsabile o dal Titolare.
 
Riguardo ai trattamenti eseguiti con supporto informatico attenersi scrupolosamente alle seguenti indicazioni:
Non salvare file o cartelle nel DESKTOP. Se si ritiene di dover avere una cartella sul desktop questo dovrà essere salvato nella cartella DOCUMENTI e poi collegata/inviata al Desktop;
Non lasciare floppy disk, cartelle o altri documenti a disposizione di estranei;
Se c’è l'esigenza di tenere una cartella o un file sul desktop bisogna salvarlo nella directory U:/documenti e poi inviarlo al desktop. Diversamente, non sarà possibile recuperare eventuali file quando chi lo ha creato è assente e garantire che le cartelle o i file non vadano persi in caso di rotture del PC.
In ogni file dovrà esserci, nel piè di pagina, il nome del file e il percorso
Conservare i dati sensibili in armadi chiusi, ad accesso controllato o in files protetti da password;
Non consentire l’accesso ai dati a soggetti non autorizzati;
Riporre i supporti in modo ordinato negli appositi contenitori e chiudere a chiave classificatori e armadi dove sono custoditi;
Scegliere una password con le seguenti caratteristiche:
o    originale
o    composta da otto caratteri
o    che contenga almeno un numero
o    che non sia facilmente intuibile, evitando il nome proprio, il nome di congiunti, date di nascita e comunque riferimenti alla propria persona o lavoro facilmente ricostruibili
curare la conservazione della propria password ed evitare di comunicarla ad altri;
cambiare periodicamente (almeno una volta ogni tre mesi) la propria password;
modificare prontamente (ove possibile) la password assegnata dal custode delle credenziali;
trascrivere su un biglietto chiuso in busta sigillata e controfirmata la nuova password e consegnarla al custode delle credenziali;
spegnere correttamente il computer al termine di ogni sessione di lavoro;
non abbandonare la propria postazione di lavoro per la pausa o altri motivi senza aver spento la postazione di lavoro o aver inserito uno screen saver con password;
comunicare tempestivamente al Titolare o al Responsabile qualunque anomalia riscontrata nel funzionamento del computer;
non riutilizzare i supporti informatici utilizzati per il trattamento di dati sensibili per altri trattamenti;
non gestire informazioni su più archivi  ove non sia strettamente necessario e comunque curarne l’aggiornamento in modo organico;
utilizzare le seguenti regole per la posta elettronica:
non aprire documenti di cui non sia certa la provenienza
non aprire direttamente gli allegati ma salvarli su disco e controllarne il contenuto con un antivirus
inviare messaggi di posta solo se espressamente autorizzati dal Responsabile
controllare accuratamente l’indirizzo dei destinatario prima di inviare dati personali
 
4)     Linee guida in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro – D. Leg.vo 81/08.
 
1.FATTORI DI RISCHIO FREQUENTEMENTE PRESENTI NELLE OPERAZIONI DI PULIZIA.
RISCHIO CHIMICO.
Il Rischio Chimico è legato all’uso di prodotti chimici per le operazioni di pulizia, in seguito a contatto con sostanze irritanti, allergizzanti (detergenti, disinfettanti, disincrostanti) del tipo: candeggina, ammoniaca, alcool, acido cloridrico.
Gli infortuni più frequenti derivano dal contatto con sostanze corrosive (acidi e basi forti utilizzati in diluizioni errate).
RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI
Questo rischio, nelle operazioni di pulizia, è correlato:
a)alla movimentazione dei secchi d’acqua e prodotti di pulizia, sacchi di rifiuti, per il mancato uso, frequentemente, sia degli appositi carrelli nella movimentazione sui piani;
b)spostamenti di banchi, cattedre, armadi, per le operazioni di pulizia.
2.INTERVENTI DI PREVENZIONE
Le misure da adottare, in termini di prevenzione, possono sintetizzarsi nei termini sotto indicati.
a) I provvedimenti di prevenzione più adeguati per evitare o limitare il Rischio Chimico sono:
§ la formazione del collaboratore scolastico;
§ l’utilizzo di adeguati mezzi di protezione personale, ossia l’utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.), quali: guanti di gomma, mascherine, visiera paraschizzi, ecc.;
§ acquisizione e lettura delle “Schede di Sicurezza” dei prodotti in uso (disponibili presso l’ufficio magazzino);
§ lettura attenta dell’etichetta informativa del prodotto;
§ non usare contenitore inadeguati.
In caso di eventuale manifestazione di stato irritativo cutaneo (arrossamenti, disidratazione, desquamazione), segnalare tempestivamente al medico.
b) Per prevenire il Rischio da movimentazione dei carichi, in occasione delle operazioni di pulizia, è indispensabile dotare i collaboratori scolastici dei mezzi per il trasporto dei secchi d’acqua e dei prodotti di pulizia (carrelli), sacchi di rifiuti, ecc.
3.MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLE PULIZIE PER ASSICURARE ADEGUATE MISURE IGIENICHE E LA PREVENZIONE CONTRO I RISCHI.
3.a – Misure igieniche
Fare la pulizia dei locali prima dell’inizio delle lezioni verificando se le aule o i laboratori o la palestra sono idonei dal punto di vista igienico (togliere prima la polvere col piumino, disinfettare quotidianamente il piano dei banchi e delle cattedre, lavare con acqua le lavagne, lavare frequentemente i pavimenti dei locali, dei corridoi, atri, scale, ecc.).
Arieggiare spesso i locali ed effettuare le pulizie con le finestre aperte.
Verificare se i bagni sono igienicamente idonei prima dell’inizio dell’attività didattica.
Non lasciare incustoditi, al termine delle pulizie, i contenitori di alcool, solventi, detersivi, ecc. in quanto pericolosi per gli alunni.
Non utilizzare la segatura in quanto, se inalata, è dannosa.
3.b – Istruzioni per la prevenzione dai rischi sia nell’uso che nella conservazione dei prodotti di pulizia.
a) Conservare i prodotti chimici in un apposito locale chiuso a chiave e lontano dalla portata degli alunni.
b) Non lasciare alla portata degli alunni: i contenitori dei detergenti o solventi, quali candeggina, alcool, acido muriatico, ecc., ma chiuderli sempre ermeticamente e riporli nell’apposito locale chiuso a chiave (non lasciare la chiave nella toppa della porta).
c) Non consegnare mai agli alunni nessun tipo di prodotto chimico, neppure se gli insegnanti ne hanno fatto richiesta attraverso l’alunno stesso.
d) Ogni prodotto va conservato nel contenitore originale provvisto di etichetta.
e) Leggere attentamente quanto riportato sulle “Schede tecniche” dei prodotti chimici ed usare le quantità indicate dalle istruzioni per evitare che il prodotto non diluito, o usato in quantità superiori alla normale concentrazione, possa costituire rischio per la persona e/o possa rovinare le superfici da trattare.
f) Non miscelare, per nessun motivo, prodotti diversi; potrebbero avvenire reazioni chimiche violente con sviluppo di gas tossici, come, per es., fra candeggina (ipoclorito di sodio) e acido muriatico (acido cloridrico); non miscelare WCNet con candeggina.
g) Utilizzare i guanti e la visiera paraschizzi per evitare il contatto della cute e degli occhi con i prodotti chimici.
h) Evitare di inalare eventuali vapori tossici emanati da acidi.
i) Lavare i pavimenti di aule, corridoi, atri, scale, ecc. solo DOPO l’uscita degli alunni e del personale dall’edificio. Al fine di evitare di calpestare le aree bagnate durante l’operazione di lavatura dei pavimenti, il Collaboratore scolastico deve iniziare il lavaggio partendo da una certa zona ed indietreggiare, in modo tale da non porre mai i piedi sul bagnato.
A tutti i collaboratori scolastici sono stati forniti i seguenti DPI:
- Scarpe con suola antisdrucciolo e con punta antischiacciamento;
- Guanto N.B.R. Giallo – art. 353049;
- Guanto Nylon 885 (nero);
- Mascherina facciale antipolvere;
- Mascherina facciale per polveri fini;
- Visiera paraschizzi.
Si consiglia, altresì, di collocare un cartello sulla porta del locale o su una sedia, davanti alle zone bagnate, con la scritta: “Pericolo! Pavimento sdrucciolevole, non calpestare”.
Nel caso in cui, per qualche urgente necessità, si debba procedere inderogabilmente al lavaggio del pavimento di un corridoio, atrio, ecc., è indispensabile prestare la massima attenzione e prendere tutte le precauzioni possibili per evitare infortuni da caduta, del tipo:
prelevare i predetti cartelli con la scritta: “Pericolo! Pavimento sdrucciolevole. Non calpestare”, e posizionarli (anche su una sedia, se non hanno il piedistallo), davanti all’area che sarà lavata;
procedere al lavaggio di sola metà, nel senso della larghezza, della superficie da lavare per consentire comunque il passaggio delle persone sull’altra metà asciutta della superficie;
durante la fase di lavaggio e di asciugatura del pavimento, avvertire in ogni caso le persone che si stanno accingendo al passaggio di tenersi accostati al muro della parte opposta rispetto alla zona bagnata (cioè sulla parte del pavimento non pericolosa);
dopo aver atteso la completa asciugatura della metà del pavimento della superficie interessata, procedere con le stesse operazioni nella fase di lavaggio dell’altra metà del pavimento.
l) Non utilizzare detergenti per pavimenti contenenti cera, anche se in piccola quantità, onde evitare fenomeni di sdrucciolamento.
m) Risciacquare accuratamente le superfici trattate per non lasciare evidenti tracce di detersivo.
n) Evitare l’uso di acido muriatico (acido cloridrico: HCl) per pulire le turche o i lavandini, in quanto corrode (danno) ed emana gas pericoloso (rischio).
o) Non lasciare nei bagni nulla che possa causare danni agli alunni.
p) I contenitori dei detersivi o solventi, una volta vuoti, non devono essere lasciati nei bagni, ma devono essere ben chiusi e posti in appositi sacchetti di plastica.
q) Quando si gettano i residui liquidi dei detergenti già utilizzati, diluire con acqua prima di scaricarli nelle turche.
r) Nella movimentazione sui piani dei secchi d’acqua e prodotti di pulizia, sacchi dei rifiuti, avvalersi dell’ausilio degli appositi carrelli.
s) Qualora, a seguito di un accidentale contatto con un prodotto chimico, vengano riscontrate particolari reazioni, specificare al medico curante le caratteristiche tecniche del detergente desunte dalla “Scheda tecnica”.
t) Durante la sostituzione del Toner nel fotocopiatore utilizzare la mascherina antipolvere e i guanti, ed arieggiare il locale.
Si raccomanda il massimo rispetto delle suddette disposizioni.
 
Anno scolastico: 2013/2014
Scrivente: Dirigente Scolastico
Responsabile pratica ufficio: Santini Marco

Circolare letta 685 volte
Stampa la circolare ...   Stampa la circolare ...


Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T